Alimentazione e Nutrizione, Dieta Mediterranea

Le proprietà dell’olio extravergine di oliva

olio

L’olio extravergine di oliva è un prodotto molto amato nel nostro paese e punto cardine del regime alimentare mediterraneo, ma meno di due anni fa è stato etichettato dal Governo inglese col semaforo rosso, indicandolo come alimento non consigliato. Alla base di questa disposizione ci sarebbe stata la volontà da parte dell’autorità sanitaria inglese di diminuire il consumo di grassi, sali e zuccheri.

Questo però non basandosi sulle quantità effettivamente consumate ma solo sulla generica presenza di un certo tipo di sostanze, finendo così per escludere paradossalmente dalla dieta alimenti come l’olio extravergine d’oliva e promuovere, al contrario, le bevande gassate senza zucchero, fuorviando i consumatori rispetto al reale valore nutrizionale.

Ma quali sono le caratteristiche dell’olio extravergine di oliva?

L’extravergine di oliva è l’unico che si ottiene unicamente attraverso un processo di estrazione meccanica o per centrifugazione, sgocciolamento o pressione. Secondo le norme Europee è considerato extravergine un olio che, spremuto meccanicamente a freddo, possiede un’acidità pari o inferiore allo 0,8%.
Colesterolo. Tra le molte proprietà dell’extravergine di oliva vi è sicuramente quella di proteggere le nostre arterie.

Ciò avviene attraverso la regolazione dei livelli di colesterolo circolanti nel sangue. Con l’extravergine di oliva i livelli di colesterolo cattivo si abbassano. Non solo, quello buono invece, noto anche con il nome di HDL, non viene minimamente alterato. Antiossidante. L’extravergine è una miniera di antiossidanti tra cui la vitamina E, il tocoferolo e diversi composti fenolici. Tutte molecole in grado di difendere il nostro corpo dall’invecchiamento precoce attraverso la lotta ai radicali liberi . Grazie all’olio, gli antiossidanti contenuti in esso neutralizzano i pericolosi radicali garantendo così longevità alle cellule.

Digeribilità. Una caratteristica che tutti possono apprezzare è sicuramente la particolare fragranza che esso conferisce ai piatti. Ed è proprio questa caratteristica che induce a una migliore digeribilità. Gli alimenti preparati con olio extra vergine di oliva presentano un’eccellente tolleranza gastrica e intestinale. Infatti, l’olio d’oliva protegge le mucose ed evita gli effetti dell’ipercloridria, riducendo così i rischi di ulcere gastriche e duodenali. Esercita un’azione lassativa, più efficace a digiuno, e contribuisce a correggere la stipsi cronica. Stimola la cistifellea e inibisce la secrezione della bile. Ha inoltre effetto protettivo contro la formazione di calcoli biliari, grazie all’attivazione del flusso biliare e all’aumento delle lipoproteine di alta densità (HDL).

Ecco 10 buoni motivi per assumere olio extravergine di oliva:

È tra i più potenti antiossidanti esistenti in natura
Aiuta la circolazione e fa bene al cuore
Regolarizza la pressione arteriosa
Metabolizza lipidi e carboidrati
Riduce zuccheri e grassi nel sangue
Abbassa il colesterolo ed elimina i radicali liberi
Elimina la sonnolenza e riduce il bisogno di dormire – perché grazie all’azione vasodilatatoria e fluidificante del sangue, favorisce l’apporto di ossigeno
Rinforza il sistema immunitario
Ha un potere antibatterico, antivirale e antimicotico
È tra i più potenti diuretici e depura l’organismo.

Non dimenticate le fondamentali regole di conservazione per l’olio di oliva. Se acquistate l’olio in latte da più litri, travasatelo in bottiglie di vetro scuro man mano che lo utilizzate.
In ogni caso conservatelo sempre lontano da fonti di luce e di calore per evitare il deterioramento.

Ermanno Calcatelli
Presidente dell’Ordine Nazionale dei Biologi

Dunque la spremuta d’oliva rappresenta, oltre che un gustoso condimento, un’ottima forma di prevenzione del rischio cardiovascolare!